Kit di sopravvivenza: 12 oggetti da possedere in caso di emergenza

Advertisements

Abbiamo sicuramente visto tempi migliori: calamità naturali o causate dall’uomo, pandemie, terrorismo, guerre… manca solo un’invasione aliena e altro che disaster movie! In queste circostanze è di fondamentale importanza non lasciarsi trovare impreparati e tenere sempre a mente un famoso detto popolare: “la fortuna è cieca ma la sfiga ci vede bene”. Non è pessimismo, né allarmismo, si tratta di puro realismo e, perché no, anche di furbizia: aver sottomano elementi indispensabili per affrontare circostanze fuori dall’ordinario e che potrebbero stravolgere la nostra quotidianità (chissà per quanto) potrebbe salvarci la vita. Ecco  12 oggetti che non possono assolutamente mancare in caso di emergenza.

Info preliminari

Il primo aspetto da considerare per la creazione di un kit di sopravvivenza è studiare gli eventuali rischi ai quali potremmo essere esposti: una catastrofe naturale avrebbe un forte impatto su forniture elettriche, gas e acqua mentre in altri casi d’emergenza potrebbe essere necessario evacuare da casa.

Costruire i kit

Un kit relativo alle catastrofi naturali occuperà più volume rispetto a un kit d’evacuazione: il primo servirà al sostentamento di tutta la famiglia e sarà costituito da un borsone abbastanza capiente e facile da trasportare; il secondo dovrà essere pensato ad personam, per ogni membro della famiglia, e conterrà soltanto oggetti essenziali (nei centri di sfollamento vengono forniti di default cibo, attrezzature e  biancheria di base). Entrambi i kit dovranno essere conservati in un contenitore robusto ed impermeabile, assicurandosi che tutti i membri della famiglia sappiano dove si trovano.

Kit di pronto soccorso

Di primaria importanza, un kit di pronto soccorso attrezzato in modo corretto può salvarci la vita: non dimentichiamo di includere un manuale di primo soccorso.

Medicinali, strumenti medicali e per l’igiene

È fondamentale inserire nel kit di pronto soccorso tutti i farmaci e strumenti medicali volti a garantire la salute dei propri familiari: medicinali di base o prescritti dal medico, occhiali da vista, siringhe e misurini, disinfettanti, repellenti per insetti, fazzoletti, carta igienica, prodotti per l’igiene personale. Di tanto in tanto è necessario assicurarsi che i farmaci non siano scaduti.

Acqua

In  tempo di pace è consigliato bere almeno 2 litri d’acqua al giorno, ciò significa che per ogni membro della famiglia bisogna prevedere come minimo 10 litri d’acqua: così facendo è possibile garantire un apporto idrico per almeno 5 giorni o più, se ben razionata.

Cibo

Può sembrare banale ma creare una scorta di cibo non deperibile per tutta la famiglia non è una cosa da fare con superficialità: un kit ben realizzato è costituito da cibo pensato per diversi menù, con alimenti che abbiano svariati apporti calorici e sostanze nutritive. Inserire un apriscatole e qualche posata può rivelarsi una buona idea. Sarebbe opportuno, inoltre, includere alimenti per neonati e oggetti indispensabili per la sua salute.

Torcia

È sempre utile avere una fonte di luce a portata di mano: includere una o due torce nel kit di sopravvivenza può fare la differenza in caso di emergenza.

Guanti, tessuti, mascherine

Non si sa mai, avere un paio di guanti robusti potrebbe servire in casi estremi. Non devono mancare sacchi a pelo, abiti di ricambio adatti ad ogni stagione, scarpe resistenti, coperte, materiali per pulire e igienizzare, così come mascherine chirurgiche.

Radio e telefono

Avere la possibilità di mettersi in contatto con altre persone è un aspetto da non trascurare in casi di emergenza: una radio a batteria con tanto di scorta di pile extra (in caso di mancanza di elettricità) e un telefono cellulare con caricatore annesso e power bank si riveleranno degli strumenti cruciali.

Documenti importanti

Assicurati di avere una copia dei documenti che reputi importanti: carta d’identità, patente, attestati e certificati, permessi, numeri di telefono di contatti stretti. Oltre ad una copia cartacea si può raccogliere il tutto dentro una chiavetta USB.

Giochi e libri

In casi di emergenza non bisogna dimenticarsi che le distrazioni possono alleviare il cattivo umore e favorire la positività.

Contanti e valori

Portarsi dietro una discreta quantità di denaro in contanti è una scelta saggia, così come tenere traccia degli oggetti da prendere all’ultimo secondo da inserire dentro il kit: beni di valore, foto, piccoli ricordi.

Loading...