7 capolavori dell’arte con impercettibili imperfezioni

Advertisements

Quando osservi una famosa opera d’arte, in una galleria o in un museo, ti capita spesso di notare piccole imperfezioni o degli errori? Probabilmente no ma, fidati, anche il maggior numero degli artisti leggendari ha passato brutti giorni e quindi commesso delle sviste.

Qui ci sono sette opere d’arte di fama mondiale con imperfezioni nascoste.

1. La “Madonna Sistina” di Raffaello

Molte persone hanno notato un sesto dito sulla mano del Papa, così come un sesto dito sul piede della Madonna, ma in realtà è solo un’illusione. Se guardi più da vicino, vedrai che quel sesto dito è solo una parte della sua mano mentre quella punta sul piede è probabilmente un alluce valgo.

2. La “Cena in Emmaus” di Caravaggio

Alcuni critici d’arte credono che sia non soltanto il cesto di frutta ad andare contro le leggi della gravità, sporgendo troppo e senza cadere, ma che anche la frutta dipinta sia del tutto errata e fuori stagione. Se questo è il meglio che i critici possano trovare, possiamo dire allora che nessun danno è stato fatto.

3. La “Nascita di Venere” di Botticelli

Abbiamo visto questo stupendo dipinto su cartoline, nei film o su altri media. Ma vi siete mai chiesti del perché Botticelli abbia raffigurato la dea greca dell’amore in modo così grezzo? Osservate quel collo allungato e quei piedi gonfi… è come se stesse cercando di dirci che anche le dee possono essere imperfette.

4. Il David di Michelangelo

L’intera statua è stata fatta da un unico blocco di marmo e scolpirla, come si può immaginare, è difficile! Michelangelo ha fatto del suo meglio per renderlo il più preciso possibile a livello anatomico ma anche il suo occhio attento non è stato in grado di notare la mancanza di un muscolo sulla schiena di David. Gran bel problema!

5. “Il bar delle Folies-Bergère” di Édouard Manet

È chiaro che la posizione delle bottiglie nel riflesso dello specchio non è precisa al 100% ma non ha così tanta importanza. Beh, non lo è per noi mortali. I critici d’arte probabilmente staranno alzando gli occhi con disgusto. Forse Manet l’ha fatto apposta, non lo sappiamo.

6. “La nona onda” di Ivan Aivazovsky

È il bellissimo e famoso dipinto raffigurante onde giganti in mare aperto. Io non vedo nulla di sbagliato. Questo perché non ho mai visto un’onda oceanica in vita mia. Scopriamo invece che la forma delle onde, in mare aperto, non è la stessa di quelle che si infrangono sulla riva.

7. Il “Mosè” di Michelangelo

A causa di una erronea interpretazione della Bibbia, Mosè si è ritrovato con un paio di corna al posto di quelli che dovevano essere raggi che fuoriuscivano dal suo capo. Questo è ciò che si ottiene quando si utilizza Google Translate.



Loading...